default_mobilelogo

Molto spesso è facile incappare nell’abitudine di correre sempre sullo stesso percorso e superficie, sia per una questione di comodità che di stabilità emotiva:
in qualche modo conoscere il nostro percorso ci rassicura sulle nostre capacità, perché il nostro cervello non subisce lo “stress” di doversi adattare a nuovi percorsi e ambienti.

In realtà, correre sempre e solo su una stessa superficie non è consigliabile per migliorare le proprie performance e prevenire infortuni.
Diversificare i tipi di terreni ha molti pro per chi corre: così come l’ideale per il corpo è quello di  alternare gli allenamenti e provare nuove cose, ugualmente è bene alternare le superfici di corsa per evitare infortuni di usura.
È importante tenere a mente che se ti stai allenando per una gara, la maggior parte dei tuoi chilometri – circa l’80% – dovrebbe essere corso sulla stessa superficie dell’evento per cui ti stai preparando.
Prova una corsa a settimana su una superficie diversa per variare il tuo allenamento e dare alle tue gambe un break.

Facciamo un breve resoconto dei diversi tipi di allenamenti e le diverse superfici da provare quandi si fa running:

Corsa su asfalto o pavimento
Uno dei tipi più facili di corsa per via della sua accessibilità: la strada è proprio davanti casa!
A seconda della città in cui si vive, il marciapiede permette infiniti percorsi.
Molte città hanno anche delle corsie apposite per pedoni e ciclisti.
Sii sicuro di conoscere le regole della strada e di avere le scarpe adatte per la corsa sull’asfalto che ammortizzino l’impatto.


Corsa su pista
Le piste atletiche sono più soffici dell’asfalto e per questo meno traumatiche; gli allenamenti di sprint vengono spesso fatti sulle piste perché rendono meno complicate il calcolare gli intervalli.
Ricordati di correre sia in senso orario che antiorario sulla pista per evitare di usare solo una parte del corpo.
Fai il riscaldamento correndo in senso antiorario, fai le ripetute in senso orario e ritorna al senso antiorario nella fase di raffreddamento.
Fare ciò ti aiuterà a proteggere le tue gambe e ginocchia dal curvare sempre nella stessa direzione e a prevenire infortuni.


Corsa su sentiero (Trail)
Sui sentieri hai un terreno ancora più soffice e irregolare.
Questo permette un minor trauma e un veloce recupero.
I sentieri lavorano anche sui tuoi muscoli stabilizzatori per via della continua oscillazione sulle caviglie, gambe e addominali quando il tuo corpo ha a che fare con le irregolarità del terreno.
La corsa su sentiero è eccellente per aumentare la resistenza e spingere i tuoi muscoli a lavorare di più. In più potrai godere dell’aria fresca lontano dallo smog cittadino!


Corsa su tapis roulant
Correre sul tapis roulant può apportare benefici se unito a un allenamento costante. Esso ti permette di controllare la tua andatura, la tua intensità e l’inclinazione.
Inoltre, è la corsa con il minor impatto traumatico sul tuo corpo. Durante l’estate, il tapis roulant permette di continuare ad allenarsi evitando il caldo.


Quindi, quale superficie è quella adatta a te?
La risposta è che ogni superficie dovrebbe fare parte del tuo allenamento.
Il tuo corpo è il metro di misura: per esempio, se tendi ad infortunarti giunture e tendini, dovresti correre su superfici più soffici la maggior parte del tempo.
Se invece non hai la tendenza a infortunarti, ricordati di variare i tuoi allenamenti per ottenere pieni vantaggi da ogni superficie.
Se corri sempre sulla strada, prova la corsa su sentiero o su pista nel weekend per alternare. Sempre sul tapis roulant? Prova a visitare i parchi cittadini!

Questo sito utilizza cookie per funzionalità proprie. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni